Bruno Belloni in questa mostra espone delle opera recenti di piccolo formato 40×25 per l’esattezza. In generale la materia principale usata è la juta che trova in giro. In questo caso l’uso di questa materia è proporzionata alla superficie dell’opera. Angelo Bossi, dell’associazione FRAM, afferma che l’uso della juta è in ricordo dello jutificio Centurini di Terni e della sua importanza nel periodo della ricostruzione della città e il rispetto delle donne che vi hanno lavorato. Nelle opere più grandi si possono vedere i dettagli di questi sacchi (il Paese di origine). Questi sacchi di juta li ricordo bene, essendo nato in Venezuela, che i chicchi di caffè appena sgusciati, ancora verdi, venivano messi in questi sacchi e partivano per le destinazioni finali.

Nel catalogo della mostra di Bruno Belloni, intitolata: La Storia Dimenticata, che si è tenuta presso l’Accademia Rousseau di Terni e curata da Franco Profili, posso dire che ho lo stesso pensiero. Bruno Belloni è nato e vive a Capitone di Narni, dove il vivere quotidiano è scandito dal tempo, nei modi e nei comportamenti che nei grandi centri ormai non si riconosce più. Dove si può barattare la potatura di un paio di piante con un cavolfiore e poche mele di quelle che i negozi in città non vorrebbero nei propri scafali. Nel momento in cui Bruno Belloni ha deciso di fare della propria passione, la pittura, il mezzo di confronto e dialogo con il mondo esterno, si è ritrovato nella posizione di chi ha il privilegio di poter guardare da lontano i problemi, le angosce e lo stress che riempiono gran parte delle giornate degli artisti. In questi lavori recenti, Bruno Belloni, è riuscito a concentrare e tradurre in pittura il suo pensiero: i colori e i materiali poveri usati, dandogli una seconda vita.

E’ per questo che espongo con piacere le sue e il messaggio che esse contengono.

INAUGURAZIONE DOMENICA 9 APRILE ALLE 11.00

STUDIO WATTS

Vicolo Gemine Astolfi 2

SAN GEMINI (TERNI)

DAL 9 APRILE al 30 APRILE 2017

SABATO E DOMENICA 10.00 – 12.00, 16.00 – 18.00

IL FINE SETTIMANA DI PASQUA LA MOSTRA RIMANE CHIUSA

Per informazioni:

3290482943

franklin.watts@alice.it